domenica 10 gennaio 2016

I PRIMATI DEGLI OSCAR

Il premio Oscar resta tutt'oggi il più ambito nel mondo della cinematografia, nonostante le numerose altre rassegne del cinema e sebbene l’assegnazione dei premi non faccia mai mancare polemiche più o meno accese (ma quando mai avviene il contrario?), non solo negli Usa, ma anche a livello globale.
L’Academy Award è anche il più antico riconoscimento cinematografico ancora oggi esistente, dato che la prima edizione risale al 1929

Altrove abbiamo parlato dei film che hanno ricevuto più nomination senza portare a casa nessun premio, questa volta, invece, vogliamo soffermarci sui trionfatori, sia per quanto riguarda le pellicole che per i singoli attori e registi (o altri addetti ai lavori).


La persona ad aver ricevuto più statuette è Walt Disney (ben 22!), vincendone addirittura 5 in una sola edizione, nel 1954. Tra i premi ricordiamo: il primo, ottenuto da produttore, vinto grazie a Fiori ed Alberi, miglior cortometraggio d’animazione nel 1932, mentre l’ultimo conquistato in tale categoria arrivò nel 1969 con Troppo vento per Winny-Puh; l’Oscar onorario del 1932 per celebrare la creazione di Topolino, ottenuto poi anche nel ’39 grazie alle innovazioni riconosciute a Biancaneve e i sette nani.


I film più premiati sono stati: Ben-Hur, con 11 Oscar su 12 nomination; Titanic, sempre con 11 statuette ma su 14 nomination; Il Signore degli Anelli, ancora con 11 premi, conseguiti facendo il pieno con le 11 nomination (unico film ad esserci riuscito); Via col vento, 10 (di cui uno alla memoria ed uno speciale) su 13; West Side Story, 10 su 11; seguono Gigi, L’ultimo imperatore ed Il paziente inglese con 9 trofei. Ovviamente sul podio delle pellicole con più nomination ritroviamo due titoli sopracitati (Titanic con 14 e Via col vento con 13) a cui si aggiunge, in testa alla classifica, Eva contro Eva con 14 nomination e “solo” 6 Oscar vinti.
Sono tre i film ad aver vinto i cinque premi maggiori (Miglior film, regia, attore, attrice e sceneggiatura): Accadde una notte, Qualcuno volò sul nido del cuculo ed Il silenzio degli innocenti.

Gli attori ad aver ottenuto più riconoscimenti sono: Katharine Hepburn con 4 Oscar (ricordiamo Indovina chi viene a cena?) su 12 nomination;  Meryl Streep con 3 statuette su ben 19 nomination (fin’ora), magnifica in opere come Kramer contro Kramer; Jack Nicholson con 3 Oscar su 12 nomination (ma anche per lui non crediamo sia finita qui), memorabile in Qualcuno volò sul nido del cuculo e istrionico in Qualcosa è cambiato; Ingrid Bergman, 3 Oscar su 7 nomination; Daniel Day-Lewis (forse mai abbastanza celebrato) con 3 Oscar su 5 nomination, tornato alla ribalta negli anni 2000 (Il petroliere, Lincoln) a distanza di anni dal successo de Il mio piede sinistro ed in seguito ad un ritiro dai palcoscenici mondani, dovuto all'insofferenza per il mondo dello spettacolo; Walter A. Brennan con 3 Oscar su 4 nomination. 

Sono ben cinque gli attori che hanno vinto due Oscar consecutivi: Luise Rainer, Spencer Tracy,  Katharine Hepburn, Jason Robards e, più recentemente, Tom Hanks, miglior attore protagonista nel 1994 con Philadelphia e nel 1995 con Forrest Gump.


Passiamo ora ai registi. Al primo posto dei più titolati troviamo Billy Wilder con 7 Oscar (tra miglior regia, miglior sceneggiatura, miglior film e premio alla memoria). Segue Francis Ford Coppola a quota 6, due dei quali ottenuti per la sceneggiatura e la regia de Il Padrino – Parte II. Il nostro immaginifico e visionario Federico Fellini ne vinse 5, di cui 4 per il miglior film straniero (un record condiviso con De Sica e quasi certamente ineguagliabile) ed uno alla carriera; sempre a 5 troviamo anche il buon vecchio Clint Eastwood, tra l’altro il regista più anziano premiato visti i suoi 75 anni al tempo di Million dollar baby. 4 statuette per il grande Vittorio De Sica, come accennato, premiato per Sciuscià, Ladri di biciclette, Ieri, oggi, domani, Il giardino dei Finzi-Contini; allo stesso numero sono arrivati fino ad ora anche Spielberg (Schindler’s List, Salvate il soldato Ryan), i fratelli Coen (memorabile Fargo), Woody Allen (tre per la sceneggiatura di uno dei più grandi “scrittori” di cinema) e Nick Park, genio dei film d’animazione. Nel passato, sempre a 4, vi erano arrivati anche Bergman, Ford, Mankiewicz e Capra.  


Tra i costumisti ricordiamo Edith Head con le sue 8 statuette; tra i creatori di effetti visivi D. Muren con 9 premi (Star Wars, E.T., Indiana Jones, Terminator, Jurassic Park). I compositori più vincenti sono A. Newman con 9,  A. Menken con 8 e J. Williams con 5.
 I direttori della fotografia più vincenti sono stati J. Ruttenberg e L. Shamroy con 4 premi. 
Per quando riguarda il miglior trucco, Rick Baker ha portato a casa 7 statuette. 
Il miglior “punteggio pieno” per le singole persone va al curatore di effetti sonori M. Berger con un magnifico 4 su 4. 

Nessun commento:

Posta un commento